Attilio Giannone

05_ Storia di Elisa

Dentro le stanze degli studenti che vivono il contenimento sociale da Coronavirus la fantasia vola: e si immaginano personaggi, scenari, azioni. In una parola, storie inedite, mai viste, emozionanti e che ci fanno volare con la fantasia e provano ad immaginare mondi diversi: come la vicenda di un paese immaginario, un personaggio immaginario eppure molto reale. Elisa, sempre del Centro di Aggregazione Giovanile “Batti il tuo tempo” di via Marco Dino Rossi, ci racconta la sua storia e il titolo è “Chi vuol essere lieto sia, del doman non c’è certezza”

04_ Poesia rap di Fiato

Il quattro maggio le prime categorie economiche hanno iniziato a circolare fuori dalle strette norme del contenimento sociale: non così per gli studenti che, ormai è sicuro, rientreranno a scuola e soltanto in modalità molto complicate il prossimo settembre. I ragazzi della comunità educante diffusa del VII Municipio intanto continuano ad esprimersi e a raccontare a modo loro il contenimento sociale. Fiato, ancora del Centro di Aggregazione Giovanile “Batti il tuo tempo” di via Marco Dino Rossi ha scritto una lunga poesia in versi liberi per raccontare il suo punto di vista, quello di un ragazzo che guarda il mondo dietro la finestra cui tutti i giovani sono in questo momento costretti. Per la sua lunghezza e qualità, praticamente un pezzo rap.

03_ Poesia di Perri

Il nostro viaggio fra i ragazzi della Comunità Educante diffusa del VII Municipio è sempre più un viaggio fra le forme espressive preferite dalla gioventù. Abbiamo iniziato con un testo scritto e proseguito con degli audiomessaggi, oggi ci sorprendiamo con una poesia: ma perché poi sorpresi? Si sa che il rap e l’hip-hop sono i generi musicali al centro delle preferenze dei ragazzi delle generazioni contemporanee, il che ha molto educato gli allievi al gusto per la rima e per il verso. Perry del Centro di Aggregazione Giovanile “Batti il tuo tempo” di via Marco Dino Rossi ha scritto e recitato questi intriganti versi che raccontano il suo punto di vista sull’emergenza Coronavirus in rima dialettale romana: versi di borgata che raccontano il contenimento sociale.

02_ Pensieri vocali di Irene e Valerio

Continuano le testimonianze che stiamo raccogliendo dagli allievi della Comunità Educante diffusa del VII Municipio di Roma; ancora storie di ragazzi e di adolescenti, di come stiano vivendo i giorni del contenimento sociale, di quali siano le loro impressioni, emozioni, le loro aspirazioni. Anche i linguaggi cambiano: sappiamo già da anni che la parola scritta non è più il linguaggio preferito mentre il parlato (radio, podcast e persino messaggi audio) sono la più accattivante forma di espressione. Irene e Valerio sono due ragazzi che frequentano il centro di aggregazione giovanile “Batti il tuo tempo” di via Marco Dino Rossi.